• La Villa

    Villa Ponti si trova nel centro storico di Arona, nella zona alta, in via S.Carlo, non distante dal Lago Maggiore che, dalla torretta della costruzione, può essere ammirato in un ampio panorama. Fu costruita nella seconda metà del 1700 e, all’inizio del secolo scorso, in parte adattata al gusto razionalista.

    Nonostante le numerose modifiche subite, la Villa conserva ancora oggi gran pare del suo nucleo originale. Al suo interno si trovano sale di stile eclettico, molto raffinate e conservate con cura, e un grazioso locale bar.

    L’edificio si affaccia su un vasto giardino di magnolie e camelie secolari in cui spicca una bella fontana di stile barocco ed è dotato di due cortili interni: in quello maggiore vi è un gruppo statuario di pregevole fattura.

    La Storia

    La Villa fu costruita sui bastioni della Rocca di Arona intorno al 1760 da Bartolomeo Pertossi, ricco mercante e sostenitore di Napoleone I° che qui fu ospite. Il Pertossi venne nominato Consigliere di Commercio dal Re di Sardegna e fu, per la città di Arona, munifico benefattore.

    La Villa deve, però, il suo nome all’Ingegner prof. Gian Giacomo Ponti, nato in questa casa il 28 dicembre 1878 (ed ivi morto nel 1939), docente al Politecnico di Torino in elettrotecnica, assistente negli USA di Thomas Edison. Egli importò in Italia tecniche di trasmissione dell’energia elettrica e fu promotore di SIP: da questo gruppo, per sua iniziativa, germinò, per il settore telefonico, STIPEL e, nel campo della radiofonia, EIAR, antesignana di RAI; egli acquisì anche il controllo del quotidiano torinese ‘Gazzetta del Popolo’. Al prof. Ponti (ed ai suoi collaboratori ed allievi) si deve l’ammodernamento della rete elettrica e telefonica del Nord Italia.

    Le modifiche architettoniche della Villa, all’inizio del 1900 (e sino al 1930), si devono all’iniziativa di Anna Lina Ponti, moglie di Gian Giacomo. L’edificio non fu in alcun modo snaturato ma venne adattato al gusto dell’epoca su progetto dell’Architetto Arrigo Tedesco Rocca (e, per l’aspetto della abitabilità interna, fu aggiornato quanto a dotazioni sanitarie e di riscaldamento).

    L’intervento architettonico riguardò la facciata rimodellata nel bugnato e nelle inferriate e balconate, in ferro battuto, forgiate da artigiani di Orta. Sul giardino fu ampliato il terrazzo e aggiunta una scala in travertino con statue in marmo di Carrara; da un piccolo spazio interno venne ricavato il cd. ‘cortile del Silenzio’ (accessibile anche dalla Via S.Carlo). Anche l’arredamento conobbe un riadattamento segnatamente nella stanza da gioco, nel bar, nello studio. Arrigo Tedesco Rocca elevò una Torretta, in stile razionalista, dalla quale è possibile ammirare un vasto panorama sul lago e sulla vecchia Arona.

    L’elaborata area verde su cui si affaccia la Villa fu anch’essa modellata mediante l’accorpamento, ai primi del ‘900, di giardini verdi preesistenti (annessi alle antiche costruzioni di Via S. Carlo) con alte magnolie, camelie, olea fragrans, rododendri e azalee, tipici alberi del lago.

  • La location

    Le occasioni
    Villa Ponti è sede ideale per eventi di tipo culturale e di intrattenimento, per occasioni di lavoro che richiedono tranquillità, congressi, riunioni di management di alto livello. Offre, infatti, un’area interna di circa 750 mq con sale per convegni, salette per gruppi di lavoro, bar per coffee break e sala da pranzo per buffet.
    Approfondisci

    Le caratteristiche
    La villa, sita nel centro storico di Arona sotto la Rocca Borromea, offre 10 sale di diversa metratura, interamente affrescate con vista sul giardino fiorito o sui cortili interni, per una superficie complessiva di 700 mq.
    Sono poi a disposizione una grande terrazza e un giardino fiorito di 1200 mq, oltre ad un cortile interno di 200 mq.
    È possibile organizzare un servizio di trasporto tra la villa e alcune grandi aree di parcheggio a seconda dell’evento.
    È presente, inoltre, una cucina attrezzata per i servizi di catering con accesso diretto su cortile di servizio.

    Approfondisci

  • Gli ambienti

    • Ingresso:
      vasto locale con pavimento in marmo e soffitto a cassettoni, comunica con un cortile interno, in parte coperto e disimpegna l’accesso alle altre sale della Villa (tra cui lo Studio, arredato in cuoio e radica di legno, tipica espressione in stile déco).

    • Ingresso:
      vasto locale con pavimento in marmo e soffitto a cassettoni, comunica con un cortile interno, in parte coperto e disimpegna l’accesso alle altre sale della Villa (tra cui lo Studio, arredato in cuoio e radica di legno, tipica espressione in stile déco).

    • Salone:
      molto grande, con pavimento in legno intarsiato, arredi barocchi e bella vetrata sullo sfondo del giardino retrostante. Tutto il locale si affaccia sulla terrazza prospiciente il giardino ed è adatto a conferenze e a incontri di rappresentanza.

    • Salone:
      molto grande, con pavimento in legno intarsiato, arredi barocchi e bella vetrata sullo sfondo del giardino retrostante. Tutto il locale si affaccia sulla terrazza prospiciente il giardino ed è adatto a conferenze e a incontri di rappresentanza.

    • Salotto "Putti":
      elegante stanza con soffitto affrescato e tappezzerie in seta, si addice a incontri di lavoro e riunioni di piccoli gruppi.

    • Salotto "Putti":
      elegante stanza con soffitto affrescato e tappezzerie in seta, si addice a incontri di lavoro e riunioni di piccoli gruppi.

    • Disimpegno "del delfino":
      stanza stile impero con raffigurazione di un Delfino sul pavimento in marmo.

    • Bar:
      coniuga art déco e stile razionalista sia per i mobili, sia per i mosaici al pavimento e per le macchine del seltz e del caffé.

    • Sala da pranzo:
      ampio ed elegante locale con pavimento in marmo, con pregevoli dipinti alle pareti e sovrapporte, vi è un grande camino. Comunica, da un lato, con il giardino, d’altro lato, con la stanza cd. ‘del delfino’, con il bar; sul fondo è attiguo alla sala "da giochi". È adiacente a locali office e di cucina.

  • La rassegna stampa

    6 Settembre 2019

    Leggi l'articolo

    7 Settembre 2019

    Leggi l'articolo

    8 Settembre 2019

    Leggi l'articolo

    30 Agosto 2019

    Leggi l'articolo

    31 Agosto 2019 - 1

    Leggi l'articolo

    31 Agosto 2019 - 2

    Leggi l'articolo

    1 Agosto 2014

    Leggi l'articolo
  • Dove siamo

    Contattaci

    Per prenotare una visita alla Villa
    o per altre informazioni
    ci potete contattare al numero:
    011.59.61.66

    o alle seguenti e-mail:
    sandrelli@tiscali.it
    press@villapontiarona.it


    Villa Ponti: Via San Carlo, 63 - Arona - Novara.

  • Gli eventi

    La Villa è sede di concerti di musica da camera o per strumenti solisti, all’interno della programmazione dello Stresa Festival.


    Ha ospitato le sessioni di prove selettive di giovani musicisti nell’ambito di un master class organizzato da Villa Sandra di Lesa.


    Numerosi autori aronesi hanno presentato in questi ambienti le loro opere al pubblico.


    Da tempo si rappresentano qui gli spettacoli teatrali per il settore de Il teatro in Villa all’interno della programmazione del Teatro sull’Acqua, festival che si tiene ormai da 10 anni ad Arona, sotto la direzione artistica di Dacia Maraini.


    Infine per dieci anni, sono state qui organizzate mostre di pittura e rassegne d’arte dalla Fondazione Art Museo.